loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Esenzione ticket per età e reddito

Inserito in Ticket sanitari per fascia di reddito - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Riferimenti normativi
Hanno diritto all'esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria (legge 537/1993 e s.m.),per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche:

  1. Bambini di età inferiore a 6 anni appartenenti a nucleo familiare fiscale (fare riferimento alla propria dichiarazione dei redditi) con reddito complessivo lordo , riferito all'anno precedente, inferiore a € 36.151,98
  2. Cittadini di età superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare fiscale (fare riferimento alla propria dichiarazione dei redditi) con reddito complessivo lordo, riferito all'anno precedente, inferiore a € 36.151,98. L'esenzione è personale e non può essere estesa ai familiari a carico.
  3. Titolari di pensione sociale/assegno sociale e loro familiari a carico.
  4. Titolari di pensione al minimo, di età superiore a 60 anni e familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare fiscale (fare riferimento alla propria dichiarazione dei redditi) con reddito complessivo lordo, riferito all'anno precedente inferiore a € 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico,
  5. Disoccupati iscritti presso i Centri per l'impiego di età maggiore di 16 anni, che hanno perso un lavoro alle dipendenze e sono alla ricerca di nuovo impiego, e loro familiari a carico, appartenenti a nucleo familiare con reddito complessivo lordo, riferito all'anno precedente, inferiore a € 8.263,31, incrementato fino a € 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico.
    • La condizione di disoccupato deve risultare dall'iscrizione presso i Centri dell'Impiego e deve sussistere all'atto della prescrizione.
    • Non è disoccupato chi è in attesa di prima occupazione. 
    • Non possono essere considerati disoccupati, ai fini dell'esenzione dal pagamento del ticket, i lavoratori che risultano avere un contratto di lavoro dipendente per 20 ore settimanali (o numero inferiore di ore) ma che risultano ugualmente iscritti al centro per l'Impiego (nota Ministero Salute, Dipartimento per l'Ordinamento Sanitario del 14 Maggio 2003 prot. 100/SCPS/Que/4,6403).
    • I soggetti collocati in Cassa Integrazione Guadagni, sia essa ordinaria che straordinaria, non possono godere di questa esenzione ticket

IMPORTANTE

NUCLEO FAMILIARE - Compongono il nucleo familiare:

  1. il richiedente l'esenzione stessa,
  2. il coniuge non legalmente ed effettivamente separato,
  3. i soggetti considerati a suo carico fiscalmente( persone per le quali spettano le detrazioni per carichi di famiglia )

NON va considerato il nucleo familiare anagrafico (quello risultante dal certificato anagrafico) ma unicamente il nucleo fiscale.

FAMILIARI A CARICO - sono da considerarsi a carico i familiari per i quali, ai sensi dell'art. 12 del Testo Unico delle imposte sui reddito (D.P.R.22/12/1986, n,917 e s.m.) spettano le detrazioni per carichi di famiglia, vale a dire, quando non possiedano redditi propri di ammontare superiori a € 2.840,51, al lordo degli oneri deducibili, i seguenti membri familiari:

  1. il coniuge non legalmente ed effettivamente separato,
  2. i figli minori di 18 anni , i figli di età non superiore a 26 anni dediti agli studi o a tirocigno gratuito, i figli permanentemente inabili al lavoro.
  3. i familiari conviventi, compresi i figli maggiorenni, indicati dall'art.433 del codice civile /figli o, in assenza di figli, discendenti prossimi, genitori o, in loro assenza, ascendenti prossimi generi e nuore, suoceri, fratelli e sorelle.

REDDITO COMPLESSIVO - Lo stesso si calcola sommando i redditi complessivi di ciascun componente. Nel calcolo, il reddito deve essere considerato al lordo degli oneri deducibili, e al netto dei contributi assistenziali e previdenziali obbligatori, compreso il reddito prodotto all'estero , se ed in quanto deve essere dichiarato in Italia. Non entrano a far parte del reddito complessivo i redditi a tassazione separata ai sensi dell'art.16 del D.P.R. 22.12.1986 n.917 "Testo Unico delle Imposte sui redditi" es.arretrati di stipendio/pensione, liquidazioni, assegno di accompagnamento ecc.

CHI HA DIRITTO
Cittadini italiani, comunitari e stranieri iscritti al SSN
Cittadini comunitari in possesso della TEAM

COME SI FRUISCE DEL DIRITTO ALL'ESENZIONE:
FINO AL 30 APRILE 2011 è valida la modalità precedente: al momento della prenotazione o dell’erogazione di visite / esami la persona deve autocertificare il possesso dei propri requisiti di reddito, su apposito modulo fornito dall’Azienda Usl.
DAL 1 MAGGIO 2011 è obbligatoria la nuova modalità: la persona interessata richiede alla propria Azienda Usl il rilascio dell’apposito “Certificato di esenzione dal pagamento del ticket in base al reddito”.
Il certificato di esenzione va presentato al medico e allo specialista al momento della prescrizione di visite ed esami e l’esenzione deve essere indicata in ogni ricetta. Il certificato di esenzione viene rilasciato a seguito di autocertificazione del possesso dei requisiti necessari, che la persona interessata consegna alla propria Azienda Usl, assumendosene la responsabilità.

LE AZIENDE USL RILASCIANO IL CERTIFICATO DI ESENZIONE TICKET PER REDDITO.

Il certificato di esenzione ha validità annuale, con scadenza al 31 dicembre e va rinnovato ogni anno. Se le condizioni di reddito cambiano nel corso dell’anno e non si ha più diritto all’esenzione, occorre comunicarlo tempestivamente alla propria Azienda Usl e non attendere la scadenza al 31 dicembre. 

Per le persone con più di 65 anni il certificato ha validità illimitata, a meno che non vengano meno le condizioni di reddito che danno diritto all’esenzione: in questo caso anche le persone con più di 65 anni devono darne comunicazione tempestiva alla propria Azienda Usl.

Per i bambini fino a 6 anni di età il certificato va rinnovato ogni anno.

L'Azienda USL aveva potenziato l'attività di sportello al pubblico direttamente legata a questo nuovo adempimento nazionale, ma da lunedì 16 maggio 2011 tali sportelli non sono più operativi. Ora l'autocertificazione può essere presentata presso tutti gli sportelli CUP dell'Azienda USL nei loro normali orari di apertura. L'elenco delle sedi per la richiesta e la consegna del certificato d'esenzione è ora il seguente:

RIMINI
Ospedale "Infermi" (Viale Settembrini) - Sportello Cassa;
Sede A.USL viale Circonvallazione Occidentale, 57 - Sportello Cup;
SANTARCANGELO
Ospedale "Franchini" (via Pedrignone, 3) - Sportello Cup;
BELLARIA - IGEA MARINA
Sede A.USL piazza del Popolo, 1 - Sportello Cup;
VERUCCHIO
Sede A.USL via Monte Ugone, 5 - Sportello Cup;
VILLA VERUCCHIO
Sede A.USL piazza Borsellino, 17 - Sportello Cup;
NOVAFELTRIA
Ospedale "Sacra Famiglia" (via XXIV maggio) - Sportello Cup;
RICCIONE
Ospedale "Ceccarini" (ingresso da via Frosinone) - Sportello Cup;
Sede A.USL Via San Miniato, 16 (Area Commerciale Perla Verde) - Ufficio Scelta / Revoca Medico;
CATTOLICA
Ospedale (via Beethoven, 1) - Sportello Cup;
MORCIANO
Sede A.USL via Arno, 40 - Sportello Cup;
CORIANO
Sede A.USL via Fleming, 4 - Sportello Cup.

Ovviamente gli utenti interessati potranno eseguire la pratica in una qualunque di tali sedi aziendali, indipendentemente dalla loro residenza.

L’Azienda USL è tenuta a controllare il contenuto di tutte le autocertificazioni e degli atti di notorietà, quindi anche le dichiarazioni sul reddito, verificando che sia vero quanto dichiarato. L’autocertificazione di dati non veri è perseguibile penalmente in base all’art 76 del DPR 445/2000. Se sono stati dichiarati dati non veri, anche a distanza di anni, la persona dovrà versare tutti gli eventuali ticket indebitamente non pagati per prestazioni sanitarie di cui ha usufruito.

In caso di dubbi sulla propria situazione di reddito ci si può rivolgere all’Agenzia delle Entrate, ad un Patronato, al CAAF o ad altro soggetto che offre assistenza fiscale

Il rilascio di dichiarazioni mendaci è punibile ai sensi del codice penale e dalle leggi speciali in materia.

L'azienda USL di Rimini effettua controlli a campione, così come prevede la normativa vigente.

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"