loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Una città (mensile e sito internet www.unacitta.it)

Inserito in Nella rete ed in altri luoghi - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

[Da un mensile e dal suo sito corrispondente segnaliamo una serie di interviste di operatori socio-sanitari]

http://www.unacitta.it/newsite/index.asp

Una città – citiamo ora e di seguito tra virgolette dal testo del sito inserendo tra perentesi quadra qualche nostra precisazione – nasce [come mensile di interviste] nel marzo 1991 a Forlì per iniziativa di un gruppo di amici”. Successivamente diventa anche un sito che pubblica tutte le interviste realizzate. “I temi [affrontati] (sociali, culturali, politici, ambientali) e gli intervistati esperti ma soprattutto operatori sociali e persone comuni) [sono] molto vari.” “Le interviste sono ormai più di 2300 e tutte accessibili sul sito Una città”. “I redattori della rivista sono accomunati [...] dalla fedeltà ad alcuni ideali: il libertarismo, il cooperativismo, l'internazionalismo. Di qui il particolare interesse per tutte le 'buone pratiche di cittadinanza', in cui si concretizza la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, alla discussione e alle decisioni. Una città, nel suo piccolo, cerca di raccontare un'altra Italia, quella che senza clamore, e spesso senza aspettare o rivendicare l'intervento dello Stato, affronta i problemi e tenta di risolverli con spirito cooperativo.” “La rivista è totalmente autofinanziata […] La proprietà è stata della cooperativa omonima fino al 2009. Per iniziativa dei redattori, collaboratori di Una città e di altri amici nel gennaio del 2003 si dà vita alla Fondazione Alfred Lewin che nel novembre 2009 assume la proprietà della testata Una città. La cooperativa resta 'casa editrice'”

Abbiamo cercato tra le interviste presenti nell'area Problemi di salute e scelto di segnalare alcune tra quelle che presentano e narrano in qualche modo esperienze concrete o nelle quali si fa riferimento più volte all'esperienza dell'autore.

Le elenchiamo di seguito in ordine cronologico con alcune parole chiave per dare un'idea telegrafica dei contenuti presenti nel testo, riportando anche la presentazione che nel sito è fatta degli autori.

Ringraziamo Floriana Raggi e Mirco Castiglioni per la segnalazione fattaci, in tempi diversi, dell'iniziativa.

Gilberto Mussoni

Paola Sordillo

 


UNA CITTÀ n. 177 / 2010 Settembre
Intervista a Marco Bobbio - Enzo Ferrara
I LIMITI DEL MEDICO [Metodologia della ricerca sulla professione medica / Limiti della medicina / Umanizzazione cure]

Marco Bobbio, primario della Cardiologia dell’ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo, ha pubblicato, tra l’altro,"Rischiare di guarire. Farmaci, sperimentazione, diritti del malato” (scritto con Stefano Cagliano) Donzelli 2005 e "Giuro di esercitare la medicina in libertà e indipendenza”, Einaudi 2004. Il libro di cui si parla nell’intervista è Il malato immaginato. I rischi di una medicina senza limiti, Einaudi 2010 Intervista a Marco Bobbio

 


UNA CITTÀ n. 176 / 2010 Luglio-Agosto
Intervista a Marta Campiotti - Paola Sabbatani e Marzia Bisognin
I BAMBINI SANNO NASCERE [Ostetricia / Nascita in casa]

Una vocazione, quella di far nascere i bambini, scoperta per caso, leggendo un libro, e diventata poi un lavoro; la creazione della Casa Maternità dove le donne vengono accolte e accompagnate fino al parto; il dispiacere per non aver potuto vivere in prima persona l’esperienza del parto in casa. Intervista a Marta Campiotti

 


 

UNA CITTÀ n. 154 / 2008 Marzo
Intervista a Paolo Cornaglia Ferraris - Joan Haim
PEDIATRI DI STRADA [Bambini immigrati clandestini / Relazione medico-paziente]

Il problema dell’assistenza sanitaria ai bimbi di immigrati clandestini, che ogni regione affronta diversamente o ignora. Una vecchia bottega adibita ad ambulatorio, con anche il dentista, dove passano quasi 2000 bimbi all’anno; la concretezza dei problemi interculturali. Intervista a Paolo Cornaglia Ferraris.

 


 

UNA CITTÀ n. 152 / 2008 Dicembre-Gennaio
Intervista a Andrea Martoni - Barbara Bertoncin
PARLARE FA BENE [Oncologia / Relazione medico-paziente]

La massima trasparenza, la capacità di comunicare, condizione del rapporto di fiducia fra medico e paziente. Un ospedale che, inevitabilmente, è sempre più organizzato come una fabbrica e un’esigenza, in gran parte insoddisfatta, di “personalizzazione”. Intervista a Andrea Martoni.

 


 

UNA CITTÀ n. 158 / 2008 Agosto-Settembre
Intervista a Anna Mancini Rizzotti, Erika Da Frè, Luz Osorio, Francesca Piasere - Barbara Bertoncin
LA SALA DEL COMMIATO [Assistenza domiciliare a pazienti oncologici / Cure palliative / Terapia del dolore / Hospice Casa dei Gelsi /Accompagnamento alla morte ]

Dopo dieci anni di assistenza domiciliare a pazienti oncologici, la decisione, difficile ma obbligata, di aprire un hospice che fosse innanzitutto un posto bello, e senza dolore. L’importanza di un accompagnamento che può essere anche silenzioso. Intervista a Anna Mancini Rizzotti, Erika Da Frè, Luz Osorio, Francesca Piasere.

 


 

UNA CITTÀ n. 150 / 2007 Agosto-Settembre
Intervista a Chiara Marinelli - Joan Haim
I COSTI DELLA QUALITA’ [Disagio psichico / Riabilitazione – Reinserimento sociale / Operatore d'appoggio / Cooperazione sociale ]

La scelta di una cooperativa che lavora nell’assistenza a persone con disagio psichico di rimanere piccoli per salvaguardare la qualità. Un lavoro di accompagnamento al reinserimento sociale che chiama all’iniziativa in vari campi e direzioni, non tutti riconosciuti e retribuiti. L’obiettivo di attivare gli stessi utenti, in un fecondo circuito cooperativo. Una crescita solo per gemmazione. Intervista a Chiara Marinelli.

 


 

UNA CITTA' n. 137 / 2006 Marzo
Intervista a Carla Oliva - Gianni Saporetti
LA SPIRALE DELLA VIOLENZA [Violenza sulle donne / Centro antiviolenza / Esperienze di protezione e di uscita dai maltrattamenti]

La piaga sociale della violenza contro la donna fra le mura domestiche. Il rischio di dar consigli “paterni” per evitare rotture quando, invece, incombe già la tragedia. Accompagnare la donna a ritrovare fiducia in se stessa. Intervista a Carla Oliva.

 


 

UNA CITTÀ n. 127 / 2005 Marzo
Intervista a Letizia Bianchi, Lucia Marchetti, Isabella Rinaldi - Paola Sabbatani
CHE VITA VOGLIAMO FARE [Importanza delle cure e delle relazioni con persone vicine alla morte, anziane o gravemente ammalate / Rapporti con i parenti]

La cura di persone vicine alla morte, anziane o gravemente ammalate, spesso accetta di non dire parole di verità, che sono invece la condizione per dare un senso al vivere e al morire. Nelle istituzioni per anziani le pastoie burocratiche legate agli standard igienici, spaziali e altro, fanno dimenticare la centralità della relazione e la personalizzazione dell’ambiente in cui si vive. Intervista a Letizia Bianchi, Lucia Marchetti, Isabella Rinaldi.

 


 

UNA CITTÀ n.131 / 2005 Agosto-Settembre
Intervista a Marcellina Mian - Barbara Bertoncin, Carla Berardi
L'AUTOSTIMA DEL MALTRATTATO [Trascuratezza maltrattamento e abuso sui minori / Prevenzione e cura del maltrattato]

I maltrattamenti ai minori, dalla trascuratezza all’abuso fisico, sono una vera piaga sociale. L’aumento delle denunce che può dar l’impressione di un fenomeno in crescita. L’intenzionalità, questione assai spinosa quando si parla di genitori per via dell’idea consolidata che un genitore non possa far male ai figli. Un fenomeno socialmente trasversale. Il grande problema dell’omertà della vittima. Intervista a Marcellina Mian.

 


 

UNA CITTÀ n. 102 / 2002 Marzo
Intervista a Filippo Numeroso - Barbara Bertoncin
IN CUOR MIO MI SENTO PRIVILEGIATO... [Assistenza socio-sanitaria agli immigrati irregolari / Unità mobile di intervento / Medicina di strada ]

L’impegno di un medico che nel tempo libero, di notte, alla domenica, gira per Milano con l’unità mobile del Naga, ad offrire assistenza socio-sanitaria a chi non ha documenti, a chi non ha permesso di soggiorno. Intervista a Filippo Numeroso.

 


 

UNA CITTÀ n. 79 / 1999 Luglio-Agosto-Settembre
Intervista a Barbara Grandi - Liana Gavelli, Massimo Tesei
UNA STANZA PER PARTORIRE [Parto naturale / Parto in acqua]

L’assurdità della medicalizzazione del parto, che deve avvenire in sala parto con ginecologo presente. La possibilità di tornare a partorire in modo più naturale, anche in ospedale, ma in una stanza apposita, personalizzata, accogliente, con a fianco l’ostetrica. L’opportunità, per la donna, di scegliere fra varie tecniche. Intervista a Barbara Grandi.

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"