loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Marco Venturino, Si è fatto tutto il possibile, 2008 Mondadori

Inserito in Romanzi e racconti - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

[Un errore fa precipitare in un baratro la vita di Mario Valenti, anestesista, primario, docente universitario, professionista affermato. Come è potuto accadere tutto ciò?]

E’ Mario Valenti, anestesista, primario, docente universitario, professionista affermato, coniugato e padre di un figlio studente liceale, il protagonista di questa storia drammatica. Un banale errore in ambito professionale sembra far precipitare irreparabilmente la sua vita. Ma è davvero quell’errore la causa di tutto ciò che sta accadendo, della china tragica che prende sempre più la sua esistenza? Oppure l’errore è l’esito conclusivo, come la goccia che fa traboccare il vaso, di qualcos’altro che si è protratto per anni, per decenni? Valenti è ora forzato a rivedere tutta la propria vita che gli si spappola, gli si sbriciola, tra le mani. Come ha potuto misconoscersi, non vedere davvero chi gli stava vicino, non sentire davvero la loro presenza, non relazionarsi davvero con loro? Come è potuto accadere tutto ciò? Ha tradito se stesso? Ma, se è così, quando ha iniziato a farlo? Dov’è l’origine di tutto? Perché ora la paura, l’orrore, il senso di colpa, la vergogna soprattutto, governano così intensamente la sua vita? Perché non riesce a vedere più alcun sbocco ad essa? Troppe domande soffocate, sempre evitate, sembrano ora invaderlo, sommergerlo. Ed è solo, terribilmente solo, come forse, al di là delle apparenze, è sempre stato. Non solo la sua vita professionale è ormai senza sbocchi, anche quella familiare lo è. Tutto precipita. Il mondo in cui è vissuto, quello sanitario e universitario, quello della società cosiddetta bene, gli appare vuoto, ipocrita, spregiudicato, aggressivo, guerrafondaio, posseduto dalla brama del denaro, del successo, del potere, del prestigio, del piacere. Come ha potuto viverci? Dov’è una vita diversa alla sua portata? Certo non può essere quella di Cesare Colombo, l’idiota-pittoresco-saggio ausiliario di sala operatoria che Valenti non riesce a capire e che nel contempo lo affascina e gli fa saltare i nervi. Può esserci da qualche parte un’altra vita? Si può rimediare ad una vita che gli appare irreparabilmente sbagliata, fallita? Purtroppo, come sempre, il tempo che lui stesso ha contribuito ad organizzare stringe, incalza, affretta, opprime, prende alla gola. E i nodi sono tutti giunti ormai al pettine.

Marco Venturino (1957) è direttore di divisione di Anestesia e terapia intensiva all’IEO, l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano. Si è fatto il possibile è il suo secondo romanzo dopo Cosa sognano i pesci rossi (2005) (G.M.)

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"