loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Conoscere l’organizzazione (1)

Inserito in Saggi - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

[Alcuni testi per iniziare un’esplorazione nel mondo di chi coordina e dirige le organizzazioni e per costruire una occasione per ripensare a ciò che si è vissuto e si vive nei luoghi di lavoro]

Organizzazione, ambiente lavorativo, luogo di lavoro… fanno parte di noi così come noi siamo parti di essi. Qualcuno li studia. Cerca di capire con che modalità, con che logiche funzionano, come vivono le persone al loro interno e se quanto e come si possa dare loro una forma che permetta a chi vi vive dentro e a chi riceve i loro servizi-prodotti di trarne il meglio. Gli interlocutori principali di questi studiosi, spesso anche consulenti e formatori, sono soprattutto coloro che svolgono attività direttiva o di coordinamento all’interno delle organizzazioni. Ascoltare i loro ragionamenti e le loro argomentazioni può essere un’interessante occasione per capire in che modo pensano e ci pensano (chi scrive sta dall’altra parte, tra coloro che sono diretti, esecutivi) coloro che ci dirigono. Un’altra ragione per farlo può essere quella di costruirsi una situazione in cui poter ripensare a ciò che abbiamo vissuto e viviamo nei luoghi in cui abbiamo lavorato e lavoriamo, al sottofondo, che anche ci compenetra e condiziona forse più di quanto immaginiamo, dentro al quale trascorriamo almeno la metà della nostra vita.
Non sono uno studioso dell’organizzazione, leggo solo ogni tanto qualcosa sull’argomento soprattutto, immagino, per le due ragioni che ho elencato sopra. I testi che ho segnalato mi sembrano un buon modo per iniziare questa esplorazione. Se qualcuno per caso pensasse di seguire le mie indicazioni consiglio di non iniziare con il primo testo presentato ma di lasciarlo alla fine e di leggere di esso solo la prima parte scritta da Franca Olivetti Manoukian (la parte di Cesare Kaneklin è molto dettagliata e riferita soprattutto a chi svolge il lavoro di formatore e consulente organizzativo). (G.M.)

Cesare Kaneklin - Franca Olivetti Manoukian, Conoscere l'organizzazione Formazione e ricerca psicosociologica, 1990 La Nuova Italia (9° ristampa Carocci 2010)

[In copertina]
Il libro affronta in un’ottica psicosociologica due temi tra loro distinti e connessi: la conoscenza dell’organizzazione e la formazione. Considerazione base è che non solo gli studiosi e i ricercatori dispongono di particolari visioni delle organizzazioni; anche coloro che in esse operano hanno delle rappresentazioni che guidano scelte e comportamenti. Si tratta di modi di pensare l’organizzazione che non permettono di spiegarla o di comprenderla totalmente, ma che orientano l’agire in essa e su di essa. Attraverso la formazione è possibile per i singoli riconsiderare le proprie situazioni di lavoro, riconoscerne le dinamiche intrinseche e rileggere la propria collocazione in esse. Questo orientamento formativo richiede specifiche modalità di realizzazione e il ricorso a strumenti appropriati che il testo illustra in dettaglio.

Cesare Kaneklin È professore ordinario di Psicologia della formazione e dell’intervento organizzativo presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano.

Franca Olivetti Manoukian Svolge attività di formazione, consulenza organizzativa e ricerca in particolare presso organizzazioni che producono servizi. È socia e presidente dello Studio APS, società di consulenza che opera presso aziende sanitarie locali, enti pubblici, aziende private.

Indice [sono esclusi i titoli dei paragrafi]
Presentazione / Parte prima. I saperi sull’organizzazione: La conoscenza dell’organizzazione / L’organizzazione nelle rappresentazioni di chi vi lavora / L’organizzazione nelle rappresentazioni dei letterati / L’organizzazione nelle rappresentazioni degli psicoanalisti / Conoscere ’per difetto’ l’organizzazione / Parte seconda. La formazione in una prospettiva psicosociologica: La formazione psicosociologica in Italia: appunti storico-culturali / Una concezione della formazione psicosociologica /  Metodi e strumenti della formazione psicosociologica / Conclusioni / Bibliografia 

Massimo Ferrante – Stefano Zan, Il fenomeno organizzativo, Carocci 1994

[In copertina]
Le organizzazioni sono fenomeni rintracciabili in ogni consorzio umano, ma diffusi in particolar modo nelle società moderne. Imprese, partiti politici, chiese, sindacati, associazioni, amministrazioni pubbliche, carceri, ospedali sono realtà sociali assai diverse, che, tuttavia, si possono tutte considerare "organizzazioni". Che cos’è, dunque, un’organizzazione? Quali regolarità e quali differenze possiamo ritrovare nei vari tipi di organizzazione? In che modo queste interagiscono con l’ambiente e influenzano il comportamento dei singoli individui’ Queste le domande fondamentali a cui il volume intende rispondere. Con un linguaggio piano e prestando particolare riguardo al rigore dei concetti e delle definizioni, gli autori esplorano la complessità del fenomeno e le sue dimensioni essenziali. La "razionalità amministrativa", i processi decisionali, il ruolo delle culture e degli stili organizzativi; i comportamenti strategici, i vincoli d’autorità e di potere e i concreti sistemi d’azione messi in opera; il "ciclo di vita" e le modalità di cambiamento: sono questi, più in particolare, alcuni dei problemi che vengono affrontati, alla luce dei modelli teorici elaborati negli ultimi decenni dalla ricerca politica e sociale.

Massimo Ferrante è ricercatore dell'AROC (Associazione ricerche sulle organizzazioni complesse) presso il Dipartimento di Organizzazione e sistema politico dell'Università di Bologna.

Stefano Zan è docente di Analisi comparativa delle organizzazioni presso l'Università di Bologna e presidente dell'AROC (Associazione ricerche sulle organizzazioni complesse).

Indice [sono esclusi i titoli dei paragrafi]
Introduzione 1. Che cos’è un’organizzazione 2. La struttura 3. La cultura  4. Il potere 5. L’ambiente 6. Come cambiano le organizzazioni - Appendice. Percorsi di verifica

Angelo Pichierri, Introduzione alla sociologia dell’organizzazione, 2005 Laterza

[In copertina]
Definizione dell’organizzazione, struttura organizzativa, tecnologia, potere, cultura e cambiamento organizzativo: una guida teorica e pratica all’analisi organizzativa, che introduce ai temi cardine in prospettiva sociologica e consente di applicare le categorie concettuali a situazioni concrete.

Angelo Pichierri ha insegnato a Venezia, Berlino, Brema, Parigi e all’Università di Torino, dove ha diretto il Dipartimento di Scienze sociali ed è attualmente ordinario di Sociologia dell’organizzazione. Tra le sue pubblicazioni, Strategie contro il declino in aree di antica industrializzazione (Torino 1989), Città stato. Economia e politica del modello anseatico (Venezia 1997), La regolazione dei sistemi locali. Attori, strategie, strutture (Bologna 2003).

Indice
Premessa - I. Organizzazione e sociologia dell’organizzazione - II. Organizzazione come sistema - III. Struttura organizzativa - IV. Dall’organizzazione compatta all’organizzazione rete - V. Tecnologia - VI. Potere - VII. Costruzione sociale dell’organizzazione - VIII. Analisi diacronica delle organizzazioni

Bruno Bolognini, L’analisi del clima organizzativo, Carocci, 2006

[In copertina]
Clima e cultura sono risorse organizzative, ma qualche volta agiscono come vincoli per il cambiamento; soprattutto sono forme intangibili e per questo non facili da definire e identificare. Questo libro propone, in sintesi, le tappe di un percorso di ricerca che ha contribuito a evidenziare con sempre maggiore chiarezza questi concetti. L'attenzione è rivolta, in particolare, ai metodi usati per attuare analisi di clima e di cultura, spiegando in che modo queste analisi siano importanti strumenti per governare le organizzazioni e rendere possibili i cambiamenti.

Bruno Bolognini insegna Scienza dell’amministrazione e Sociologia dell’organizzazione all’Università di Genova, ed è consulente di organizzazione e gestione delle risorse umane. Per i tipi della Carocci ha pubblicato Comportamento organizzativo e gestione delle risorse umane (2001) e Il governo delle risorse umane (2003)

Indice [sono esclusi i titoli dei paragrafi]
Introduzione 1. Clima e cultura come risorse 2. L’ingegneria sociale e il clima organizzativo 3. L’evoluzione dell’idea di clima 4. La cultura d’impresa 5. Le conseguenze del clima 6. La gestione del cambiamento - Bibliografia.

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"