loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Duccio Demetrio, Raccontarsi : autobiografia come cura di se, 1995 Cortina

Inserito in Saggi - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Come comportarsi di fronte al bisogno che a volte (soprattutto nella tarda mezza età, nella cosiddetta maturità) si manifesta di ripercorrere e narrare la propria esperienza di vita? In questo scritto l’autore ci invita a dare ascolto a questo bisogno. Chi non scarta questa possibilità potrà trovare nel libro non pochi suggerimenti su come intraprendere questa avventura.

Per chi si interessa o si è interessato, anche un poco, di scrittura di sé è facile aver incontrato o incontrare il nome di Duccio Demetrio, impegnato da tempo, in vari ambiti, in termini scientifici formativi e operativi, a valorizzare, sostenere, incoraggiare le esperienze di narrazione di sé, in particolare di quella autobiografica, la più complessa, impegnativa, ma forse anche la più fertile di possibilità conoscitive, di presa di consapevolezza e di sviluppo di sé.

In questo scritto, in parte saggio (soprattutto nella prima parte) in parte manualetto (soprattutto nella seconda) l’autore mostra le multiformi, e per certi aspetti anche indefinibili facce, di questa esperienza. 'Un giorno forse per caso', soprattutto nella tarda mezza età, nella maturità, alcune persone possono sentire il bisogno di ripercorrere e raccontare la propria esperienza di vita. E' a costoro soprattutto che si rivolge, con i quali parla, dialoga. Solo loro i possibili lettori del testo. Li invita a trovare il tempo, le energie, l’impegno, il coraggio per rispondere a questo bisogno. L’impegno si potrà poi anche trasformare in gioco, in piacere, in crescita, in possibilità nuove che si aprono, in nuova vita che sgorga. Il libro è un continuo e appassionato invito a non perdere, quando si manifesta, questa occasione e nel contempo una discreta possibile guida su come procedere, per chi lo vuole, in questa avventura. Non è rivolto solo e principalmente ad educatori e ricercatori ma ad ogni persona, anche a coloro che oggi non ancora hanno ricevuto il grande dono della scrittura ma che si dovrà fare di tutto perché l’abbiano domani. Certo l’impresa dell’autobiografia appare spesso intricata, ipercomplessa, labirintica, può essere vista come un vezzo esibizionistico, una manifestazione del narcisistico e dell’individualismo sempre più imperversanti, può essere a volte anche tutto ciò; se ci si accosta ad essa in un certo modo (quello che l’autore propone e uno e nel contempo molti) però diviene anche tutt’altro, soprattutto tutt’altro: una palestra per aver cura di sé e degli altri, per sviluppare il reciproco rispetto, per sperimentare una maggiore appropriazione di sé premessa indispensabile per meglio vivere e convivere con gli altri, una possibilità infine per avvicinarsi di più alla vita, per dialogare con più intensità con essa.. "Se un giorno, forse per caso’ quindi questo desiderio appare dentro di noi, perché non provare allora a dargli ascolto?

Duccio Demetrio fondatore del "Gruppo di ricerca in metodologie autobiografiche" e, con Saverio Tutino, della Libera Università dell'Autobiografia di Anghiari, è professore ordinario di Filosofia dell'educazione e di Teorie e Pratiche autobiografiche presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, nonché Presidente del Corso di Laurea in Scienze dell'educazione. Si occupa di pedagogia sociale, educazione permanente, educazione interculturale ed epistemologia della conoscenza in età adulta. Dirige la rivista Adultità (Guerini Edizioni). E’ autore di moltissime pubblicazioni. Oltre a questa presentata segnaliamo: Pedagogia della memoria (Meltemi, 1998) / Elogio dell'immaturità (Cortina, 1998) / L'educazione interiore. Introduzione alla pedagogia introspettiva (La Nuova Italia, 2000). / Di che giardino sei? Conoscersi attraverso un simbolo (Meltemi, 2000). / Album di famiglia. Scrivere i ricordi di casa (Meltemi, 2002) / Scritture erranti. L'autobiografia come viaggio del sé nel mondo (EdUP, 2003) / Autoanalisi per non pazienti. Inquietudine e scrittura di sé (Cortina Raffaello, 2003) (G.M.)

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"