loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Ospedale senza dolore

Inserito in Siti tematici - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Prendersi cura del dolore e della sofferenza. E' questo il principio che ha ispirato la realizzazione del progetto nazionale "Ospedale senza dolore".

Il 24 maggio del 2001 la Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano sancì l'Accordo definitivo per la realizzazione del progetto "Ospedale senza dolore".

Mediante questo Accordo ogni Regione ha potuto avviare le fasi applicative per la realizzazione del progetto.

L'Emilia Romagna è stata sicuramente tra le prime a impegnarsi prevedendo nel Piano Sanitario Regionale oltre al programma specifico "La rete delle cure palliative" anche il progetto "Ospedale senza dolore". L'obiettivo primario è quello di riconoscere e trattare il dolore di qualsiasi origine: dolore acuto postoperatorio, dolore cronico, impropriamente detto benigno e dolore neoplastico.

In particolare il Servizio Sanitario Regionale ritiene la cura del dolore non soltanto un dovere etico, ma anche l'esempio di una buona pratica clinica al passo con i tempi, poiché oggi è noto che il dolore costituisce un fenomeno patologico, una malattia nella malattia che influisce pesantemente sulla vita delle persone con effetti negativi sulla sfera fisica , psicologica, ed emozionale. Il dolore può compromettere l'autonomia, le relazioni interpersonali, i rapporti familiari, favorendo l'isolamento della persona dal contesto sociale. Diventa quindi necessario cambiare le attitudini e i comportamenti degli operatori sanitari e dei cittadini nei confronti di un fenomeno - il dolore - a volte sottovalutato e considerato un evento ineluttabile o indifferente rispetto la cura.
Il progetto "Ospedale Senza Dolore" dell'Emilia-Romagna non riguarda soltanto l'ambito ospedaliero ma si estende anche alla rete dei servizi sanitari e socio-sanitari per l'applicazione di specifiche terapie del dolore: in ospedale, nell'assistenza a domicilio, in hospice e nelle altre strutture residenziali.

L'Azienda USL di Rimini già dall'ottobre del 2002 ha compiuto il primo passo per la realizzazione del progetto con la nascita del Comitato Ospedale Senza Dolore (COSD) che ha il compito di assicurare un osservatorio specifico del dolore nelle strutture sanitarie, in particolare ospedaliere, di coordinare la formazione continua del personale medico e infermieristico, di promuovere gli interventi idonei ad assicurare la disponibilità dei farmaci oppioidi, nonché di dare impulso all'applicazione di protocolli di trattamento del dolore, con l'obiettivo di estendere la cura agli ammalati affetti da dolore di qualsiasi origine con un approccio multidisciplinare.
Allo stato attuale il COSD, coordinato dal dott. Fulvio Fracassi, anestesista-rianimatore dell'Ospedale Infermi, è composto da medici di diversa provenienza specialistica: anestesisti-rianimatori, algologi, oncologi, chirurghi, internisti, pediatri, farmacisti, medici della Direzione Sanitaria, componenti della Direzione Assistenziale e personale infermieristico. Partecipano al COSD anche le Associazioni di volontariato.

Le attività svolte dal COSD riguardano in particolare la formazione del personale medico e infermieristico mediante corsi di aggiornamento nell'ambito del sistema di educazione continua in medicina (ECM), la rilevazione sistematica del dolore come V parametro vitale utilizzando strumenti di misurazione del dolore (scala VAS), la diffusione delle raccomandazioni/linee guida per la gestione del dolore,l'elaborazione dei protocolli di terapia antalgica postoperatoria e lo sviluppo di un approccio multidisciplinare al dolore mediante il coinvolgimento di vari specialisti e del personale infermieristico.

Il COSD è inoltre promotore della organizzazione della Giornata Nazionale del Sollievo che viene celebrata l'ultima domenica di Maggio.
Lo scopo della manifestazione è informare e sensibilizzare gli operatori sanitari e i cittadini sull'importanza di promuovere la "cultura del sollievo" ed estendere la consapevolezza che il sollievo non è solo desiderabile ma anche possibile. In questa giornata, infatti, si afferma la centralità della persona malata e l'affrancamento dal dolore inutile e viene evidenziata l'importanza che rivestono nell'alleviare la sofferenza non solo le terapie più avanzate ma anche il sostegno psicologico e la capacità di rapportarsi umanamente a chi soffre considerando il malato nella sua interezza e ponendo attenzione a tutti i suoi bisogni, psichici, fisici, sociali e spirituali, in modo di creare la migliore qualità di vita per il malato e per la sua famiglia.

In tutti i reparti dell'AUSL Rimini che sono stati "formati" sono quindi già in uso sia il monitoraggio quotidiano del sintomo dolore che il suo trattamento secondo protocolli di terapia antalgica accettati e condivisi dagli operatori.

Il contributo degli Anestesisti all'applicazione dei protocolli e alla diffusione di questo nuovo stile di cura è indispensabile per farlo divenire capillare in tutte le divisioni ospedaliere.

L'avvio del Progetto "Ospedale senza dolore" ci ha portato a migliorare il rapporto medico-paziente, evitare le sofferenze inutili, prevenire, dove possibile, l'insorgenza del dolore, migliorare la qualità della cura, dare più sollievo al malato e una migliore qualità di vita.
Il progetto quindi verso un vero ospedale senza dolore, è il primo passo per un sistema sanitario pubblico dal volto più umano e dove la sofferenza sia affrontata nel miglior modo e non trascurata.
 

Composizione Comitato Ospedale senza dolore

Coordinatore:
Dott. Fulvio Fracassi - Anestesia e Rianimazione Rimini
Comitato:
Dott.ssa Catia Drudi - U.O. Direzione Medica Ospedaliera
Dott. Marco Balestri - Terapia Antalgica e Cure palliative
Dott. Giorgio Ioli - Medicina 3° - LD Santarcangelo
Dott. Gianluca Garulli - Chirurgia Riccione
Dott. Maurizio Mordenti - Chirurgia Pediatrica
Dott. Alessandro Ingardia - Anestesia e Rianimazione Riccione
Dott. Davide Tassinari - Oncologia Rimini
Dott.ssa Serenella Bolognesi - Neonatologia
Dott.ssa Roberta Pericoli - Pediatria
Dott.ssa Alba Plescia - Farmacia Ospedaliera
Dott. A. Giannuzzi - Responsabile RSA Cattolica
A.F.D. Donatella. Zanchini - Direzione Assistenziale
D.A.D. Franca Alessandrini - Dipartimento Oncologico
I.P. Lorenzo Flenghi - Chirurgia Santarcangelo
I.P. Sandra Rossi – Ortopedia Rimini
I.P. Michele Staffa – Chirurgia Riccione
I.P. Enrica Gasperoni – Ostetricia e Ginecologia
I.P. Egidio Denicolò – U.O.R.I.
Sig. Roberto Parma - Rappresentante Comitato Consultivo Misto
Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"