loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Animali da reddito

Inserito in Sanità Animale - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

SETTORE AVICOLO

Lo scopo dell’ attività è di organizzare l' ispezione e la verifica nel settore dell'allevamento avicolo e attuare correttamente i relativi piani di sorveglianza e controllo .

Scopo Sanitario: Controllo delle malattie zoonosiche (in via prioritaria salmonella, influenza aviaria) e delle altre malattie trasmissibili degli animali.

Obiettivo generale: programmare l' attività di controllo in ogni tipologia di allevamento in modo da rispettare le frequenze imposte dai piani regionali e nazionali.

Obiettivo specifico: verificare che l' OSA rispetti le normative in materia di sanità ed igiene, utilizzando per le verifiche le P.O. validate dal servizio.

In caso di positività effettuare le indagini epidemiologiche necessarie al contenimento delle infezioni e procedere al tempestivo risanamento. Provvedere nei tempi previsti agli adempimenti necessari per i risarcimenti spettanti.

 

PROGRAMMA DI SORVEGLIANZA PER INFLUENZA AVIARIA
Gli obiettivi del Piano Regionale per il monitoraggio permanente dell' influenza aviaria emesso il 06/03/2013,
sono di valutare lo stato sanitario degli allevamenti avicoli regionali nei confronti dell' influenza aviaria ( sierotipi H5 e H7) e lo stato sanitario del pollame introdotto in regione per la macellazione da aree a maggior rischio di presenza dell' influenza aviaria.

Oggetto di controllo è tutta la popolazione avicola industriale: riproduttori, tacchini da carne, ovaiole da consumo che vengono monitorati principalmente in allevamento, mentre gli animali a breve vita ( galletti, broiler, capponi, ecc) vengono monitorati soprattutto al macello così come il pollame di provenienza extraregionale.

Il monitoraggio in allevamento prevede due tipi di attività:

-verifica dello stato sanitario degli animali attraverso la valutazione dei parametri produttivi desunti dalle schede di allevamento;

-prelievi sierologici e/o virologici su un campione statisticamente significativo di animali che vengono fatti con una frequenza che varia in base alle situazioni di normalità o di emergenza secondo i Piani Regionali influenza aviaria permanente o di emergenza

Allevamenti rurali free-range:

Sono stati individuati dall’ A.C. allevamenti rurali free-range come dettato dal Piano Regionale per il monitoraggio permanente , nei quali vengono effettuati campionamenti in primavera ed autunno in concomitanza con le fasi migratorie.

Per la scelta sono stati presi in considerazione i seguenti parametri:

-ubicazione allevamento in prossimità di zone umide;

-presenza in allevamento di categorie di pollame a lunga vita produttiva, multietà e multi specie;

-presenza di pollame o altri volatili tenuti all' aperto in strutture che non possono essere sufficientemente protette dal contatto con i volatili selvatici.

 

PIANO NAZIONALE DI CONTROLLO DELLE SALMONELLOSI NEGLI AVICOLI ANNO 2014

I gruppi di avicoli oggetto del programma ( riproduttori Gallus Gallus, ovaiole Gallus Gallus, polli da carne Gallus Gallus, tacchini da riproduzione e tacchini da ingrasso), sono sottoposti a:

-un piano di autocontrollo aziendale: il responsabile dell’ allevamento redige il proprio piano di autocontrollo aziendale contenente dati anagrafici, descrizione della struttura, delle modalità di gestione, identificazione dei capannoni, n.° gruppi totali, dati del veterinario aziendale responsabile del piano, informazioni sul mangime e sull’ acqua di abbeverata, informazioni sullo smaltimento della pollina, delle carcasse, procedure di pulizia, disinfezione e disinfestazione, misure di biosicurezza adottate, piano di campionamento per la ricerca della salmonella spp. nei gruppi di animali, laboratori accreditati che eseguono le analisi e e indicazione dei metodi usati per ogni matrice, modalità di comunicazione degli esiti analitici all’ autorità competente, gestione delle positività, impegno formale del responsabile dell’ azienda ad inserire i dati relativi ai campionamenti nel SIS:

-controllo veterinario sistematico: il S.V., che ha approvato il piano, effettua sistematicamente controlli su tutti gli allevamenti di avicoli sottoposti al piano, al fine di verificare il rispetto di quanto previsto

-campionamento in autocontrollo e ufficiale secondo le frequenze dettate dal piano dell’ anno in corso per ogni specie.

SETTORE CUNICOLO

Scopo: organizzare l' attività di controllo nel settore dell' allevamento cunicolo.

Obiettivo: verificare che l' OSA rispetti la normativa in materia di polizia veterinaria, igiene e biosicurezza utilizzando per le verifiche la scheda di controllo validata dal servizio.

L’ A.C., in situazione di normalità, accede in ogni allevamento industriale per effettuare le verifiche di Sanità Animale agli animali che andranno al macello accompagnati dall’ autocertificazione dell’ allevatore.

Nel settore avicunicolo al veterinario sono richieste certificazioni sanitarie di accompagnamento degli animali negli spostamenti da un allevamento ad un altro o al macello.
 

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"