loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

Guida per la compilazione delle domande e del curriculum vitae

Inserito in Concorsi e Selezioni - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

RACCOMANDAZIONI E CONSIGLI PER UNA CORRETTA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE AI BANDI DI SELEZIONE DI PERSONALE PRESSO L'AZIENDA U.S.L. DI RIMINI

 

Partecipare in qualità di candidati ai bandi di selezione di personale emessi dalla nostra Azienda U.S.L. è semplice.

A tutti è caldamente consigliata, in prima battuta, una preventiva e accurata lettura del bando. Se qualche argomento dovesse risultare oscuro i candidati possono tranquillamente rivolgersi all'Ufficio Concorsi (tel. 0541/707796 - mail: seg.concorsi.rn@auslromagna.it ): saremo ben lieti di assistervi.

 

Dopodiché:

 

PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

 

  • Compilare minuziosamente la domanda di partecipazione che è SEMPRE allegata ad ogni bando, spuntando le voci dove richiesto e dove occorrono (non bisogna spuntare contemporaneamente "di non avere riportato condanne penali" e "di avere riportato condanne penali). L'utilizzo della domanda allegata è sempre consigliato: non si corre il rischio di omettere di certificare qualche elemento necessario all'ammissione!!!

  • Non è necessario produrre documentazione supplettiva riguardante il possesso dei requisiti generali (identità, luogo, data di nascita, residenza, ecc.) e specifici (titoli accademici, professionali, iscrizione ad albi professionali, ecc.) che danno diritto all'ammissione. È però necessario riportare nella domanda l'esatta denominazione dei titoli e il luogo e la data del loro conseguimento.

  • Non è necessario produrre certificazioni riguardanti lo stato di salute o l'idoneità fisica all'impiego: verranno accertati direttamente dal datore di lavoro (fatti salvi i casi di candidati appartenenti a categorie protette, invalidi civili, aventi diritto ad assunzione obbligatoria, ecc. la certificazione medica è necessaria e non può essere sostituita da autocertificazione)

  • Per sanare tutti i documenti riprodotti in fotocopia è sufficiente apporre la spunta nella domanda di partecipazione alla voce "Che tutti i documenti riprodotti in copia semplice, allegati alla presente domanda di partecipazione, sono conformi all'originale in possesso del/la sottoscritto/a"pertanto non è necessario produrre certificazioni ulteriori riguardanti documenti specifici.

  • Qualora la domanda sia spedita tramite posta (unicamente via raccomandata con A.R.) o consegnata per il tramite di altre persone è NECESSARIO allegare una (ed una sola) copia di un documento di identità in corso di validità – non scaduto.

  • Apporre le firme ovunque richiesto: n° 2 nella domanda di partecipazione, n° 1 nel curriculum (sono entrambe autocertificazioni / dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà!)

 

PER LA COMPILAZIONE DELL'ELENCO DEI DOCUMENTI

 

  • L'elenco dei documenti è richiesto in triplice copia, è obbligatorio e menziona ogni singolo foglio di carta allegato alla domanda. Nell'ipotesi che il candidato voglia presentare numerosi documenti (non è obbligatorio, si vedano i consigli sulla compilazione del curriculum), vanno numerati SINGOLARMENTE raggruppandoli per categorie (CORSI: 1C, 2C, ecc CORSI DA RELATORE: 1R, 2R ecc, DOCENZE: 1D,2D ecc, PUBBLICAZIONI: 1P, 2P ecc TITOLI DI STUDIO E DI SERVIZIO: 1T, 2T ecc) ed elenacati all'interno delle singole categorie in ordine di data dal piu' recente al più vecchio. LA STESSA NUMERAZIONE DATA NELL'ELENCO TITOLI VA USATA ANCHE NEL CURRICULUM. 

Esempio:

  •  
    • 1C corso in ........  in data....... presso della durata di (....... giorni/ore);

      2C corso in ........  in data....... presso della durata di (....... giorni/ore);
      3C corso in ........  in data....... presso della durata di (....... giorni/ore);
      4C corso in ........  in data....... presso della durata di (....... giorni/ore);

    • 1R relatore al corso in ........  in data....... presso della durata di (....... giorni/ore); 
      2R relatore al corso in ........  in data....... presso della durata di (....... giorni/ore);   

      1D docente al corso in ........  in data....... presso della durata di (....... giorni/ore); 

Anche il curriculum vitae e la copia del documento di identità devono essere menzionati nell'elenco documenti.

 

PER LA COMPILAZIONE DEL CURRICULUM VITAE

 

Può essere utilizzato (ma non è obbligatorio) il curriculum in formato europeo http://ec.europa.eu/dgs/internal_market/docs/calls/2003-07/eu-cv_it.pdf

I candidati possono, se lo ritengono opportuno, avvalersi dello strumento dell'autocertificazione (ex D.P.R. 445/00) anche nella redazione del curriculum vitae. e fare particolare attenzione a quanto segue:

 

  • Ogni attività, sia formativa che professionale, può essere oggetto di valutazione da parte della commissione esaminatrice, in luogo delle certificazioni originali (o fotocopie) purché riporti OGNI ELEMENTO PRESENTE NELLA CERTIFICAZIONE ORIGINALE. In particolare:

    • Per la certificazione di servizi, frequenze, borse di studio, ecc. riportare sempre: le date di inizio e di fine espresse in giorno/mese/anno, la qualifica ricoperta così come descritta nel C.C.N.L. di riferimento, l'impegno orario settimanale (tempo pieno, part time a xx ore settimanali, ecc.), il tipo di rapporto giuridico (subordinato, co.co.co., libero professionale, progetto, borsa di studio, ecc.), l'esatta denominazione dell'Ente presso il quale l'attività è stata prestata, nonché sede legale, recapiti telefonici, ecc., per non correre il rischio di una valutazione parziale o nulla degli stessi.

    • Per la certificazione di attività formative quali corsi, convegni, congressi, master, lauree specialistiche, ecc. è necessario riportare sempre: esatta denominazione del corso, convegno, ecc., Ente che ne ha curato l'indizione, sede legale e recapiti telefonici, date di inizio e di fine espresse in giorno/mese/anno, durata (in giorni, ore, anni scolastici, anni accademici), l'eventuale presenza di un esame finale o verifica finale dell'apprendimento, metterli in ordine di data dal più recente al più vecchio, indicando la stessa numerazione dell'elenco titoli, e mettendo alla fine dell'elenco gli eventuali corsi dei quali NON si allega la focopia dell'attestato, ma li si autocertifica solamente

  • Così come riportato nella domanda

 

"preventivamente ammonito circa la responsabilità penale cui, ai sensi dell'art. 76 del DPR n. 445 del 28 dicembre 2000, può andare incontro in caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci"

 

ogni candidato si rende responsabile di ogni fatto, stato o qualità descritta, e DICHIARATA nel curriculum, quindi si raccomanda particolare attenzione ad ogni dichiarazione resa. Una errata (o peggio fraudolenta) compilazione di una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà o di una autocertificazione – artt. 75 e 76 – ha come conseguenza che "il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera". Tale conseguenza è richiamata e ribadita anche nel C.C.N.L. delle rispettive aree (vedi: codice disciplinare)

  • Qualora i candidati scelgano di presentare anche i documenti probanti quanto già autocertificato nel curriculum (prassi peraltro sconsigliata) è necessario che ogni voce che ne fa riferimento citi il relativo allegato: "allegato n° XX", per non correre il rischio di omesse o doppie valutazioni dello stesso titolo.

  • Se è rispettato quanto sopra i candidati possono tranquillamente apporre, sulla domanda di partecipazione, la spunta su "Che quanto dichiarato nel CURRICULUM VITAE allegato, corrisponde a verità" essendo sicuri che ogni attività sia formativa che professionale sarà congruamente valutata.

 

È chiaro pertanto che un curriculum vitae, redatto rispettando i requisiti sopra esposti, non integra, ma sostituisce completamente ogni altra certificazione, attestazione, ecc.

 

È perfettamente inutile quindi presentare curriculum aggiornati e dettagliati in aggiunta alle relative certificazioni: è un inutile aggravio di spesa e una perdita di tempo per i candidati e un appesantimento per le amministrazioni che le ricevono. Lo spirito della legge sull'autocertificazione è orientato verso una "semplificazione": i candidati sono ampiamente salvaguardati a proposito dell'equipollenza tra l'istituto dell'autocertificazione – purché redatto secondo le regole sopra descritte – in luogo delle certificazioni originali.

 

IN SOSTANZA: LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE CORRETTAMENTE COMPILATA E UN CURRICULUM BEN DETTAGLIATO SONO GLI UNICI DOCUMENTI NECESSARI E SUFFICIENTI PER POTER PARTECIPARE A QUALSIASI BANDO DI SELEZIONE DI PERSONALE

 

PER LA PRESENTAZIONE DI DOCUMENTI

 

  • I candidati che non vogliono servirsi dell'autocertificazione e/o della dichiarazione sostitutiva di atto notorio possono presentare documenti in una delle modalità previste dalla legislazione vigente:

    • In originale: modalità sconsigliata: rimangono depositati per lungo tempo presso la nostra amministrazione e pertanto non sono più nella disponibilità dei candidati fino all'eventuale restituzione che decorre a partire da 60 - 90 giorni dalla pubblicazione della graduatoria.

    • In copia resa conforme dai preposti uffici dei Comuni o da Notai: si ricorda che oggi i Comuni non sempre eseguono certificati di conformità di documenti da produrre presso pubbliche amministrazioni. Sono comunque valide le copie in possesso dei candidati precedenti la legge sull'autocertificazione – D.P.R. 445/00.

    • In copia resa conforme dai candidati medesimi tramite l'apposizione della spunta su "Che tutti i documenti riprodotti in copia semplice, allegati alla presente domanda di partecipazione, sono conformi all'originale in possesso del/la sottoscritto/a" nella domanda di partecipazione o (modalità sconsigliata) in separata dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.

  • Si ricorda che la presentazione di contratti di lavoro, lettere di assegnazione di borse di studio, iscrizione a corsi di laurea, master e in genere le comunicazioni che annuncino attività che prevedano un impegno futuro non possono essere valutate, in quanto le Commissioni Esaminatrici attribuiscono punteggi esclusivamente su attività professionali e formative già svolte o conseguite.

  • Si ricorda che i tirocini e le attività formative finalizzate al conseguimento di titoli accademici o professionali non sono valutati, in quanto lo è già il titolo finale (laurea, master, diploma, ecc.). È pertanto inutile allegare copie dei tirocini effettuati, certificati di laurea con l'elenco degli esami sostenuti, ecc.

 

ATTENZIONE!!!

 

Rimangono escluse da qualsiasi forma di autocertificazione, con l'esclusione della conformità all'originale (quindi riprodotte in copia), le pubblicazioni edite a stampa. Esse sono valutate "nel merito" rispetto alla loro rilevanza scientifica dalla Commissione esaminatrice, per cui non è sufficiente citarne il titolo e/o la rivista o il contesto nel quale esse sono state rese, ma è necessario riportarle ANCHE integralmente!

 

Buon lavoro!

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"