loga ausl della romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
  • 136178309554 135305351145 banner 720x83
  • lunga vita alle signore
  • 135305351145 banner 720x83
  • logo campagna regionale presto e bene
 

AUSL Romagna Rimini: notizie ed eventi in evidenza

"Esportiamoci 2016", iniziata a Viserba l'iniziativa sull'inclusione sociale e lo sport

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Un momento della conferenza stampa: l'intervento dell'assessore Morolli Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione della XV edizione di “Esportiamoci”, torneo di beach volley disputato tra i Centri di Salute Mentale di tutt’Italia, ma soprattutto kermesse mirata all’inclusione sociale e con tante iniziative culturali che ormai da tradizione contraddistingue il “fine estate” di Viserba Rimini. Fin dalla sua nascita, infatti, la manifestazione, organizzata da A.USL Romagna con tanti partner e patrocinii d’eccezione, si è svolta presso lo stabilimento balneare “Marinagrande” di via Dati. E sarà così anche quest’anno da ieri, domenica 28 agosto, a sabato 3 settembre. Alla conferenza stampa hanno partecipato l’assessore alla Scuola, Politiche Giovanili, Formazione e Lavoro del Comune di Mattia Morolli; il presidente regionale della Uisp Mauro Rozzi e Paolo Belluzzi (sempre della Uisp); Christian Grossi, volontario dell’associazione “Orizzonti Nuovi” che raggruppa famiglie di pazienti con problemi psichici; il direttore dell’Unità Operativa “Riabilitazione Psichiatrica” di Rimini dell’A.USL Romagna Riccardo Sabatelli; il direttore della Direzione Tecnica Infermieristica di Rimini dell’A.USL Romagna Vianella Agostinelli; Fernando Monte, infermiere del Csm di Rimini e “anima” di Esportiamoci.

Donazioni sangue: quasi novemila da inizio anno ma il bisogno "non va in vacanza"

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
L'Ospedale di Rimini Sono state 31.837 le donazioni di sangue effettuate in Romagna da gennaio a luglio di quest’anno, 23 in più rispetto allo stesso periodo del 2015, in cui le donazioni effettuate erano state 31.814. E’ invece complessivamente diminuito l’utilizzo del sangue, che dalle 28.794 unità di globuli rossi concentrati del 2015 passa alle 28.455 del 2016, con un risparmio di 339 sacche. Sono i dati forniti dal Programma Sangue Plasma dell’Ausl della Romagna, che traccia il bilancio di attività dei primi sette mesi dell’anno, invitando i donatori abituali e nuovi a rinnovare un piccolo ma prezioso gesto di solidarietà, soprattutto in estate, periodo in cui notoriamente si registra una minor disponibilità di donazione a fronte di una richiesta di sangue spesso maggiore.

Certificati medico legali: dal primo settembre si prenotano al Cuptel

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La sede centrale Ausl di Rimini Si informa l’utenza che, a partire da giovedì primo settembre, le visite per il rilascio di certificazioni medico legali (patenti, porto d’armi, idoneità, contrassegni invalidi e altro…) da effettuarsi negli ambulatori di Igiene Pubblica della provincia di Rimini, potranno essere prenotate solo tramite Cuptel e non più, come ora, presso gli uffici dell’Igiene Pubblica stessa.
Si ricorda, a tal proposito, che il recapito del Cuptel è 800 00 2255, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 18 e il sabato dalle ore 8 alle ore 13.
Ad ogni modo per eventuali ulteriori informazioni il sito aziendale nella sezione sanità pubblica.


Le foto della vita: il concorso fotografico dell'Ausl diventa nazionale

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La locandina dell'evento Giunto alla sua terza edizione il concorso fotografico "La vita in una foto", organizzato dall'Hospice dell'Ospedale "Infermi" di Rimini, "si allarga": potranno infatti parteciparvi non più solo i dipendenti aziendali dell'ambito territoriale di Rimini, bensì chiunque, dipendenti dell'Azienda USL della Romagna (e di tutti gli ambiti territoriali) e non. Ma non finisce qui: chi deciderà di inviare le proprie fotografie parteciperà al concorso aziendale ma anche ad un concorso nazionale.
Per chi non conosce il concorso, le cose funzionano così: l'Azienda organizza il concorso fotografico "La Vita in una Foto". Chi vuol partecipare può mandare da una a cinque foto, sul tema, appunto "La vita in una foto", entro il 30 settembre, all'Hospice di Rimini (tutte le modalità relative alle foto e al loro invio sono consultabili nell'allegato Regolamento). A quel punto la o le foto, saranno valutate dalla giuria aziendale, rappresentata da alcuni membri del Gruppo Cultura dell'A.USL Romagna con l'aggiunta del primario dell'Hospice di Rimini e di altri giurati. La foto che risulterà vincitrice sarà trasformata in un quadro ed esposta permanentemente presso l'Hospice di Rimini. Tutte le foto pervenute saranno inoltre utilizzate per realizzare un calendario per l'anno 2017 e per una mostra.

Cattolica: il Consultorio ora è in ospedale

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
L'Ospedale "Domenico Cervesi" di Cattolica

Si informa la cittadinanza che il Consultorio di Cattolica è ora collocato presso l’Ospedale “Cervesi” di Cattolica (via Beethoven) e non più presso la struttura di piazza della Repubblica.

Il Consultorio, che risponde al recapito telefonico 0541 966284, ha il seguente orario di apertura al pubblico:

lunedì e martedì
per screening oncologico: ore 8:30 – 12:30;
martedì
ambulatorio gravidanza: ore 14:30 – 17:30;
giovedì
ambulatorio gravidanza: ore 8:30 – 10:00 e 12:30 – 13:30;
puerperio: ore 10:00 – 12:30; – 17:30;

Resta invece presso il centro per le Famiglie (piazza della Repubblica) il corso di accompagnamento alla nascita, attivo il mercoledì ore 8:30 – 12:00.

Meningite a Cracovia: ragazzi romagnoli non sono stati a contatto con la giovane deceduta

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
A seguito del recente decesso per meningite meningococcica di una ragazza romana che aveva partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia, si è diffusa la notizia che tutti coloro che hanno visitato in quei giorni Casa Italia – punto di coordinamento organizzativo e logistico per chi proveniva dal nostro Paese – dovrebbero sottoporsi a profilassi farmacologica. Le notizie hanno determinato comprensibili preoccupazioni per le possibili conseguenze sulla salute dei ragazzi che si sono recati a Cracovia in quel periodo. Nei casi di meningite meningococcica, come quella che ha colpito la ragazza deceduta, la chemioprofilassi è raccomandata soltanto per chi nei 10 giorni precedenti la comparsa dei sintomi abbia  avuto contatti stretti, ravvicinati e non momentanei, con la persona ammalata, soprattutto in ambienti chiusi (ad es. chi ha viaggiato sullo stesso pullman, dormito negli stessi locali, ecc.), in quanto la trasmissione dell’infezione avviene attraverso le goccioline di saliva. La profilassi non risulta invece utile per chi ha avuto solamente contatti occasionali di breve durata con il caso di malattia, tanto più se gli eventuali contatti sono avvenuti in spazi aperti.

"Chi si alza si salva": parte la campagna contro la sedentarietà

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Una delle cartoline della campagna “Chi si alza si salva. Siediti di meno e muoviti di più”. E’ questo il messaggio della nuova campagna di sensibilizzazione contro la sedentarietà promossa dall’Ausl della Romagna nell’ambito del progetto di comunità “GINS - Gruppi IN Salute”. L’obiettivo è quello di invitare i romagnoli a stare seduti il meno possibile e a muoversi di più.  Che una vita fisicamente attiva ci faccia bene è risaputo, tuttavia la ricerca ora ci suggerisce che, per ridurre i fattori di rischio di malattie e vivere sani più a lungo, non basta fare una regolare attività fisica e poi passare il resto del tempo seduti: è importante cercare occasioni per interrompere i periodi di inattività, come per esempio alzandosi con una certa frequenza. 
“Secondo recenti studi – spiega Mauro Palazzi, coordinatore dei progetti per la promozione dell’attività fisica dell’Ausl Romagna -

Scopre di avere il diabete andando ad "E... state in salute"

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La facciata dell'Ospedale di Novafeltria Scoprire di avere il diabete facendo un esame della glicemia quasi per curiosità. E’ successo ad una signora, ieri sera, nell’ambito della manifestazione “E… state in salute”, ormai tradizionale kermesse organizzata a Novafeltria dalla locale amministrazione comunale.
Alla serata di ieri ha partecipato anche l’A.USL Romagna con un banchetto presso il quale sono stati distribuiti materiali informativi ma, soprattutto, era possibile fare l’esame estemporaneo della glicemia: il buchino su un dito con il pungidito e l’esame, con un’apposita apparecchiatura, della gocciolina di sangue che ne esce, e dalla quale si verifica il livello di glicemia nel sangue. A svolgere questi esami erano presenti la dottoressa Rossella Rossi, del reparto di Medicina Interna dell’Ospedale “Sacra Famiglia” di Novafeltria, assistita da due infermiere.

Zika e altre malattie trasmesse da zanzare, l'Ausl ha... un piano

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Zika e altre malattie trasmesse da zanzare, l'Ausl Romagna ha un piano.
Nell’ultimo decennio in Italia ed in Europa, si è assistito al progressivo aumento di casi importati ed autoctoni di alcune malattie acute virali di origine tropicale. In alcune di queste arbovirosi, tra cui la Dengue, Chikungunya e Zika, l’essere umano rappresenta l’ospite principale mentre sono trasmesse da zanzare del genere Aedes. In Italia il vettore potenzialmente più competente è Aedes albopictus, meglio conosciuta come “zanzara tigre”, introdotta in Europa dal 1990 e attualmente stabile e diffusa in tutto il paese fino a quote collinari, soprattutto nei centri abitati, dove stagionalmente può raggiungere densità molto elevate.

L'Ordine dei Medici pro vaccinazioni: domani conferenza stampa a Roma

Scritto da Francesco Pagnini il . Inserito in News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il dottor Maurizio Grossi Favorire una cultura della vaccinazione a 360 gradi, coinvolgendo non solo tutti i medici, ma i decisori pubblici, le istituzioni, i legislatori, i magistrati, i ricercatori, i comunicatori e, soprattutto, i pazienti e i cittadini tutti. È questo il senso del Documento sui Vaccini che, approvato all’unanimità dal Consiglio Nazionale della Fnomceo (Federazione Ordini dei Medici) lo scorso 8 luglio, è stato presentato alla stampa stamane, giovedì 20 luglio, nella nuova sede della Federazione, in via Ferdinando di Savoia 1 a Roma.
Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"